Search
Mercoledì 28 giugno, ore 2017
  • :
  • :

Se parlasse la città…

locandina bassa

  • Terlizzi parla all’ ACR!

    Si è conclusa ieri, 23 Ottobre, per l’Azione Cattolica dei Ragazzi, la campagna associativa intitolata “Se parlasse la città” che ha visti coinvolti i bambini e i ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni, nonché tutti gli altri settori dell’associazione.
    Questa campagna sui nuovi stili di vita è stata voluta e promossa dall’ AC diocesana e dal coordinamento cittadino, che hanno diluito l’iniziativa nel  corso dell’anno associativo 2015/2016, con numerose proposte inclusive della cittadinanza tutta.
    La mattinata ha avuto inizio con la partecipazione dell’ ACR cittadina, dei responsabili e degli  educatore, alla Santa Messa in Concattedrale, celebrata da don Fabio Tangari.
    A seguire, con la collaborazione di due guide esperte, prestateci dall’associazione Torre Normanna, Daniela Confetti e Lidia Pedone, i 90 bambini e ragazzi partecipanti, divisi in due gruppi, hanno cominciato il loro percorso nel centro storico della città, nella Terlizzi più antica, che con la sua storia millenaria  affascina e incanta grandi e piccini.
    Le mete visitate sono state: la stessa Cattedrale romanica, la chiesetta di San Nicola, preesistente alla omonima basilica barese, l’ Ospedaletto delle Clarisse, il portale di Anseramo da Trani, gli affreschi conservati nel chiostro di Santa Maria la Nova e la Torre Normanna, meglio conosciuta come Torre dell’Orologio, simbolo di Terlizzi, che guarda l’intera città dai suoi 38 metri di altezza.
    Oggi ‘se parlasse la città’ di Terlizzi sarebbe felice di essere stata raccontata e ricordata con entusiasmo alle giovani generazioni.. come un’anziana nonna, che solcata da rughe e un po’ stanca, parla con occhi lustri ai propri nipotini della sua vita passata, pregna di insegnamenti di civiltà che con sollecitudine invitano alla cittadinanza attiva e consapevole.
    L’ACR di Terlizzi ringrazia all’AC diocesana, i parroci, il coordinamento cittadino ed i presidenti parrocchiali, per averci incoraggiato ed accompagnato in questa esperienza di dialogo con il territorio, alla riscoperta di luoghi di relazione e bellezza, che mai cadranno nell’oblio se ciascuno di noi si impegna ad acquisire coscienza e dovere di memoria, nel rispetto e nell’amore per la propria città. Ad Maiora

     

  • Se Parlasse la città – coordinamento di Terlizzi

    Continuano a Terlizzi gli appuntamenti per la nostra campagna associativa per il mese di ottobre.

    Ecco qui i prossimi appuntamenti

    schermata-2016-10-18-alle-09-55-18

  • Se parlasse la città – MARE NOSTRUM

    Siamo ormai giunti alla seconda tappa cittadina della campagna “Se parlasse la città”!! Dopo il momento dedicato alla riscoperta dei beni confiscati alla criminalità organizzata presenti nella nostra città, è la volta della riscoperta del MARE e del rapporto ancestrale tra esso e la città di Molfetta.
    Allora accorrete numerosi!! Vi ricordo che l’appuntamento è aperto a tutta l’associazione (giovani/issimi e adulti)!
    A seguire il programma della giornata:

    ore 16.00 – Introduzione presso l’Auditorium di San Domenico
    dalle ore 16.30 alle ore 18.00 –  Laboratori itineranti
    1.      Visite guidate al Museo del Mare a cura dell’Archeoclub Molfetta “G. M. Giovene”- c/o Fabbrica di San Domenico;
    2.      Presentazione di un dossier su varie problematiche legate al tema “Molfetta e il suo mare” a cura del Circolo Legambiente di Molfetta “Giovanna Grillo”-  c/o Auditorium di San Domenico;
    3.  Presentazione del concept sul porto realizzato dal Gruppo Civico SAILORS – c/o Sala delle aste del Mercato Ittico
    ore 18.30 – Sala delle aste del Mercato Ittico
    Reading: Molfetta e il mare
    Letture a cura di Pietro Capurso e Corrado La Grasta – Musiche a cura di Pantaleo Annese
    ore 19.30 –  Conclusione con compilazione cartolina “Se parlasse la città”

    PS:  A differenza di quanto scritto nella locandina la conclusione si terrà presso la Sala delle aste del Mercato Ittico in quanto le previsioni meteo non sono molto positive!!!

    Vi aspettiamo numerosissimi

  • Se parlasse la città – attività organizzate dal Coordinamento di Terlizzi

    Le iniziative organizzate dal coordinamento per far vivere agli aderenti di Ac di Terlizzi per il mese di settembre sono:

    – Domenica 18 – ore 8,30 raduno Via Gramsci – davanti al Polo Liceale per una Biciclettata per le strade della Città. Interventi e testimonianze per i luoghi di
    Redenzione e Riscatto, Sfiguramento e Ferite e Relazione e Bellezza.

    – Venerdì 23 – ore 19.30 davanti al Palazzo di Città ( in caso di pioggia l’incontro si terrà presso la Sala Parrocchiale della Concattedrale ) Per i Luoghi dell’Impegno Civile ci sarà la presentazione del libro di don Rocco D’AMBROSIO: “Non come Pilato” – Ed. La Meridiana, con interventi dell’autore e dei partecipanti.

    Siete tutti invitati

  • LA PASSEGGIATA DELLA LEGALITÀ

    Dopo l’avvio della campagna diocesana “Se parlasse la città” ad aprile, sono cominciati i momenti comunitari cittadini. A Molfetta il primo appuntamento si è svolto domenica 22 maggio, con una “passeggiata della legalità” tra i beni confiscati alla mafia locale (5 in tutto, di cui 4 pianoterra e un campo in Contrada Piscina Messer Mauro).
    Ci si è ritrovati domenica pomeriggio presso la parrocchia Immacolata, dove un rappresentante di LIBERA ha illustrato la strada che la Legalità ha compiuto nel corso degli anni, prima che l’associazione di tipo mafioso fosse dichiarata un reato e com’è diffusa la mafia sul territorio nazionale.
    Da diversi anni, anche a Molfetta alcuni beni sono stati confiscati alla mafia locale. Si tratta di locali a piano terra in stato di abbandono, ancora non assegnati ad alcun ente, per la qual cosa sarebbe opportuno indire bandi pubblici, per destinarli ad usi differenti, magari secondo i suggerimenti stessi dei cittadini o per dar vita a luoghi di cultura e lavoro.
    I beni in questione sono stati definitivamente confiscati negli anni 1998-1999, in seguito alle operazioni Primavera e Reset avvenute nell’aprile 1994 e nell’ottobre 1996 a Molfetta: gli anni dello spaccio di droga. Nel 2001 il Direttore Generale dell’Agenzia del Demanio ne ha disposto il trasferimento al patrimonio indisponibile del Comune di Molfetta. Alcune proprietà sono state destinate a “case-parcheggio” per i cittadini con grave disagio abitativo. Altri immobili versano in totale stato di degrado e abbandono. La loro condizione, nella maggior parte dei casi, non permette, allo stato attuale, l’assegnazione a qualsiasi uso.
    Per questo il Presidio di LIBERA di Molfetta – di cui è parte anche l’Ac – ha cercato di collaborare con l’Amministrazione Comunale di Molfetta per promuovere l’effettiva applicazione della legge n. 109/96 sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, che prevede l’assegnazione dei patrimoni e delle ricchezze di provenienza illecita a Associazioni, Cooperative, ecc che possano restituirli alla cittadinanza, tramite servizi, attività di promozione sociale e lavoro.
    Per ogni bene è stata svelata una targa identificativa, a simboleggiarne la “restituzione” alla comunità cittadina e ci si è lasciati accompagnare dalla lettura di alcuni brani tratti da “Le città invisibili” di Italo Calvino.
    Invece il terreno agricolo sito in Contrada Piscina Messer Mauro è stato, anche se solo in parte, restituito alla città. Dedicato a Gianni Carnicella, il fondo rustico versa oggi in stato di semiabbandono, ma potrebbe ridiventare un terreno produttivo o una Base Scout.
    La passeggiata, che si è snodata per alcune strade della città e a cui hanno preso parte soprattutto adulti e adultissimi, si è conclusa in Piazza Giovene, dove, divisi per gruppi, si è avuta occasione di dare voce alla città, attraverso la compilazione delle cartoline simbolo della campagna. Ciascuno ha potuto indirizzarne una ad un destinatario scelto personalmente, per sottolineare punti di forza o criticità della nostra città.
    In questo primo appuntamento pubblico della campagna ci si è soffermati soprattutto sui luoghi di sfigura mento e ferite, redenzione e riscatto, impegno civile
    Il prossimo appuntamento (giovedì 2 giugno) a livello cittadino è rivolto soprattutto ai giovani: “Spiagge e fondali puliti” ha infatti l’obiettivo di ripulire i siti balneari pubblici per renderli agibili nell’imminente stagione estiva.

    Il coordinamento cittadino di Ac di Molfetta




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Url: http://www.acmolfetta.it/web/2016/03/19/se-parlasse-la-citta/