Search
Domenica 24 ottobre, ore 2021
  • :
  • :

EN THEÒS – Giovani col priscio in Dio

È l’ultima domenica di settembre di un altro anno di cui, a causa del covid, si è riusciti a salvare quasi solo l’estate ma l’Equipe Diocesana ha pensato per i giovani a una giornata a loro dedicata. “EN THEÒS – Giovani col priscio in Dio” è questo il titolo che hanno dato a questa festa, perché il loro intento era sfidarli a ritrovare il “priscio”, la motivazione persa in questo periodo difficile. Ogni giovane dalla sua città della diocesi si è messo in macchina con destinazione Palombaio, Casa dei Santi Sposi, una location magica, perfetta per questa occasione. Giunti a destinazione sono stati accolti nel miglior modo che l’Ac conosce: una ricca colazione a base di pane fresco e nutella, caffè e succhi di frutta, arricchita da qualche sana chiacchera per riscaldare gli animi. Inizia nello spirito della provocazione l’attività mattutina: i giovani sono stati messi in “crisi” dalle sfide lanciate dall’ospite Marco Iasevoli, già vice Presidente nazionale per il settore giovani 2008-2011, un testimone autentico di adesione all’Azione Cattolica che con accento campano e grande spirito dell’umorismo è arrivato dritto ai loro cuori con l’intendo di risvegliarne l’entusiasmo. Marco e il suo educatore Mimmo Esposito hanno regalato ai ragazzi quattro parole significative, chiavi di lettura dell’entusiasmo vero: discernimento, vocazione, fede, cultura costruttiva. Dopo qualche minuto dedicato al dibattito, la seconda parte della mattinata è stata dedicata ad un “deserto sensoriale”: un itinerario tra le oasi della struttura, allestite per l’occasione in modo che potessero trasmettere il significato di quelle quattro parole-chiave attraverso i cinque sensi (e quindi attraverso opere d’arte, parole di autori e personaggi autorevoli, musiche rilassanti, profumi inebrianti). Il pranzo è stato preparato con cura da famose aderenti all’Ac che hanno cucinato per i giovani pasta al forno, polpettone, patate al forno e macedonia – un pranzo leggero insomma! Il pomeriggio è stato tutto goliardico, dedicato ad una sfida degna di “Ciao Darwin” tra “mari” (giovani di Molfetta e Giovinazzo) e “monti” (giovani di Ruvo e Terlizzi). Un tempo così speciale non poteva che concludersi con la Santa Messa celebrata da don Luigi Caravella al calar del sole. Un ultimo regalo culinario, un dolce al cioccolato o al limone, una foto ricordo e si torna a casa con gli animi colmi di gratitudine!

 

Anna Sciancalepore

Cattedrale Molfetta

Galleria Fotografica

Video dell’intervento




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Url: http://www.acmolfetta.it/web/2021/10/01/en-theos-giovani-col-priscio-in-dio/