Search
Mercoledì 21 ottobre, ore 2020
  • :
  • :

Back to school – Omelia di Don Luigi Caravella, Assistente Diocesano MSAC

Eccoci pronti a ripartire.

Siamo stati fermi un bel po’. Forse all’inizio un po’ ci allettava il non andare a scuola, ci sembrava una vacanza anticipata destinata a durare qualche giorno o non più di qualche settimana. Ma, con il passare del tempo, a pensarci bene anche lei ci è mancata. Chi lo avrebbe detto? Tanto detestata, eppure abbiamo imparato a volerle bene, perché luogo di quella quotidianità da cui questo virus ci ha strappato.

Non sono, tuttavia, mancate le lezioni e i compiti. La tecnologia ci ha permesso anche di superare il disagio di una chiusura forzata. Ma nulla, nessun computer o tablet, potrà sostituire le risate con gli amici, il trattenersi alla macchinetta del caffè per scambiare qualche chiacchiera o sfottò con i compagnia delle altre classi, e anche le interrogazioni e i compiti in classe ci sono sembrati diversi senza l’adrenalina di dover sfuggire al professore severo o il dover cercare sguardi di intesa per un suggerimento.

Ci è mancato tutto questo: la scuola fatta di incontri e di relazioni, di confronto e di incomprensioni.

E allora sarà più bello ripartire, ritrovarsi, rivivere quei luoghi. Il premio Nobel per la letteratura Heinrich Böll scriveva questa frase: “Forse non è a scuola che impariamo cosa sia la vita, ma lungo la strada per andare a scuola”. L’esperienza della scuola è molto più della trasmissione di contenuti e di fredde nozioni. Andare a scuola avrà sicuramente senso nella misura in cui impareremo la vita, ad affrontarla con coraggio e determinazione. In questo tempo costruiamo gli attrezzi che ci serviranno per la strada da percorrere.

“Professione studente” è il titolo di uno dei sussidi del MSAC. Essere studente fa parte di voi ragazzi, ma anche di quanti alunni lo sono stati qualche anno fa. Lo zainetto che sarà benedetto al termine di questa celebrazione contraddistingue questo lavoro, e non lo si abbandona mai, farà sempre parte della nostra vita. Da studenti lo zainetto è carico di libri e quaderni, insieme ai tanti sogni, speranze e aspettative. Per i più grandi evoca tanti ricordi di persone incontrate lungo il cammino, di insegnamenti ricevuti, della fatica di raggiungere la propria realizzazione e di crescere come persone, forse evoca anche qualche rimpianto e sconfitta.

Cari ragazzi, vi auguriamo un buon anno scolastico. Non dimenticate mai la bellezza di questa “professione”. Godetevi questo tempo e arricchite la vostra mente e il vostro cuore.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Url: http://www.acmolfetta.it/web/2020/09/25/back-to-school-omelia-di-don-luigi-caravella-assistente-diocesano-msac/