Search
Giovedì 19 aprile, ore 2018
  • :
  • :

No alla tratta degli esseri umani

L’Azione Cattolica diocesana supporta l’inchiesta del settimanale Luce e Vita contro la tratta degli esseri umani, che richiama a sua volta il progetto “La Puglia non tratta. Insieme per le vittime”, finanziato dal Dipartimento per le pari Opportunità, promosso e cofinanziato dalla Regione Puglia. Esso mira a contrastare la tratta e ad assistere le persone vittime della stessa.

“E nemmeno il cristiano” è invece l’obiettivo dell’inchiesta della redazione di Luce e Vita, presentata nel numero di domenica 7 gennaio (di cui è possibile leggere l’editoriale qui) con cui il settimanale della nostra diocesi intende fermare l’attenzione sul tema dello sfruttamento della prostituzione, dando voce alle vittime e agli operatori della Comunità Oasi2 (breve intervento visibile qui) che fa attività di unità di strada e interviene facendo prevenzione sanitaria, orientamento legale e mediazione culturale, dando supporto alle prostitute sulle nostre strade e traccia i profili dei “clienti”, alcuni dei quali anche appartenenti al mondo cattolico, e dei motivi che li spingono a diventarlo.

Sia sul primo che nei prossimi numeri (di domenica 14 gennaio e domenica 21 gennaio) sono riportate le storie di alcune ragazze costrette a prostituirsi. È chiaro che ormai si tratta di una realtà su cui non è possibile chiudere gli occhi e che prende vita sulle strade percorse quotidianamente da molti di noi.

Invitiamo pertanto ogni cristiano “ad avere un quadro più reale della situazione, superando luoghi comuni, battute e sorrisi”, e farsi promotore di uno stile di vita rispettoso dell’altro in senso pieno.

Sosteniamo l’invito del giornale diocesano che chiede ai responsabili e agli educatori dei giovani e degli adulti di portare questo argomento (e spaccato di vita diocesana) nei cammini formativi dei propri gruppi, “compiendo un’azione educativa e preventiva”, perché la dignità delle persone è al centro di ogni scelta cristiana. Ciascuno deve essere libero di scegliere la vita che preferisce, non soddisfare le richieste di altri o essere vittime di minacce e ricatti. Non si può pagare una donna per colmare solitudini, soddisfare perversioni o fare esperienza della sessualità.  Non vogliamo fomentare moralismi, ma ricordare che la formazione non è mai sganciata dalla realtà e dalle problematiche della comunità in cui si vive.

La presidenza diocesana di Ac




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Url: http://www.acmolfetta.it/web/2018/01/12/no-alla-tratta-degli-esseri-umani/

img_0190.jpg

×